Xart Fingerprint Authentication System. Mai più opere d'arte contraffatte. Il sistema antifalsificazione è tutto italiano.

Andare in basso

Xart Fingerprint Authentication System. Mai più opere d'arte contraffatte. Il sistema antifalsificazione è tutto italiano.

Messaggio Da Notaio il Mer 21 Nov 2018, 00:12

L'amico Axis mi ha inviato questo link interessante che vi posto.

Si chiama Xart Fingerprint il sistema italiano per proteggere dalle false opere d'arte. L'autenticità passa attraverso una "impronta digitale" dell'opera, verificabile da una chiave pubblica o privata, e impossibile da falsificare.

Falsificare le opere d'arte, le porcellane e gli argenti diventerà più difficile. La tecnologia che proteggerà l'autenticità di questi oggetti è tutta italiana: si chiama Xart Fingerprint Authentication System ed è stata realizzata dal Centro Studi Archeometrici (Ce.S.Ar.) della Sapienza Università di Roma e dalla società Ars Mensurae. Il sistema sarà presentato per la prima volta domani, sabato 10 novembre, nel corso del Gotha, la mostra di antiquariato che si terrà al Fiere di Parma.

Come funziona? Viene creata una "impronta digitale" del dipinto o di qualsiasi altro oggetti fisico che potrebbe essere contraffatto, tramite la spettroscopia X. Il sistema va a rilevare le caratteristiche distintive dell'opera, producendo una scheda contenente tutti i parametri indispensabili per la descrizione (come le dimensioni, la descrizione, la documentazione) e un'impronta digitale dell'opera stessa. La rilevazione va oltre le due dimensioni, andando a ricreare anche la terza dimensione; un aspetto essenziale per far sì che la falsificazione sia impossibile.

Un sistema che assegna, quindi, un'identità univoca a data opera; un'identificazione precisissima e che permette, quindi, di scovare facilmente le imitazioni perché non corrisponderebbero, quando analizzate, alla stessa impronta digitale.

"Nel momento in cui conosciamo la composizione materica e riusciamo a dargli profondità, è evidente che qualunque oggetto può essere compreso" dalla tecnologia, hanno spiegato a DDay.it Fabio Romano Moroni, presidente del Ce.S.Ar., e Stefano Ridolfi, responsabile scientificio del Ce.S.Ar, riferendosi all'applicazione a quadri, vasi, piatti, monete.

Fabio Romano Moroni, presidente del Ce.S.Ar.

Sarebbe sbagliato vederla come una banale "fotografia" dell'opera. "Una fotografia in quanto tale - sottolinea Ridolfi - può essere rifatta facilmente. Ciò che proponiamo noi è la ricostruzione di tutti gli strati. Andiamo a calcolare lo spessore di tutti gli strati sotto a quello visibile. Se lo strato non è visibile, il falsario non può falsificarlo".

Diversamente da altri sistemi antifalsificazione, inoltre, Xart Fingertprint non aggiunge nulla al reperto, ma utilizza le proprietà intrinseche dell’opera stessa, dunque infalsificabile a priori: è l’opera stessa che rappresenta l’antifalsificante.

Proprio arrivare a tale conclusione - che oggi può apparire quasi banale - è stata la sfida maggiore nello sviluppo della tecnologia, brevettata ormai due anni fa. "Ci sono tantissime possibilità che vengono offerte ad aggiunta di materiale, aggiungendo magari del DNA. Cercare il modo di risolvere il problema senza aggiungere niente è stata la sfida".


Per il controllo bastano pochi minuti

Il sistema di controllo prevede la determinazione di una impronta digitale a chiave pubblica e un'altra a chiave privata. L'impronta digitale a chiave pubblica è verificabile sul sito www.fingerprintxart.com, inserendo i codici di sicurezza consegnati al committente.

E la chiave viene resa effettivamente pubblica nel senso che il riconoscimento della autenticità dell'opera d'arte può essere fatto da chiunque abbia il dipinto a disposizione, ovunque esso sia.

L'impronta digitale a chiave privata invece apparterrà al solo proprietario dell'opera che potrà gestirla come meglio crede anche come controllo ultimo in caso di dubbio di una improbabile eventuale falsificazione della chiave pubblica. Il controllo dura pochi minuti, assicurano i creatori del sistema, e può essere fatto "in laboratorio o direttamente in situ, dove l'opera da catalogare è conservata".

Stefano Ridolfi è responsabile scientifico al Ce.S.Ar.

"Noi siamo i garanti dell'impronta digitale, dopo di che chiunque può verificarlo. È una misura scientifica - evidenziano i due esperti - e in quanto tale dev'essere ripetibile. Nel momento in cui ci sono le stesse condizioni, può essere ripetuta. Se alle stesse condizioni l'oggetto analizzato esce diverso, allora l'oggetto è diverso, non è autentico".

Serve ovviamente un macchinario specifico, che può essere acquistato da chiunque. In ogni caso l'ideale resta fare affidamento a un tecnico esperto, capace di tarare la macchina, anticipare eventuali malfunzionamenti e saper fare correttamente l'analisi.


Nei musei, ma anche in mano alle forze dell'ordine. La certificazione costa 300 euro

La tecnologia è già in vendita; far certificare un'opera costa 300 euro. "È un prezzo molto basso considerato l'aspetto tecnologico e gli anni di studi" dicono Moroni e Ridolfi.

"La stiamo lanciando in occasione del Gotha, proponendola al mercato dell'antiquario" concludono. "Ne abbiamo già parlato anche con le autorità e abbiamo informato il nucleo dei carabinieri. Finito il Gotha andremo avanti anche con le compagnie assicurative più sensibili all'arte, i musei, i grandi collezionisti. Anche alcune banche hanno dimostrato attenzione".

Una tecnologia che potrebbe essere una rivoluzione in questo campo. E che consolida la posizione dell'Italia nell'ambito della spettroscopia X, dove è già un'eccellenza mondiale grazie al lavoro di esperti come Sebastiano Sciuti e Mario Piacentini.

link dell'articolo trovato in rete
https://www.dday.it/redazione/28572/xart-fingerprint-antifalsificazione-opere-quadri-tecnologia

_________________
" Per sfuggire al mondo non c'è niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo" (Johann Wolfgang Goethe)
avatar
Notaio
Admin

Messaggi : 3366
Data d'iscrizione : 16.05.14

Visualizza il profilo http://labellezzanellarte.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum