“Attorno a Caravaggio”.Pinacoteca di Brera. Dal 10 novembre 2016 al 5 febbraio 2017 in mostra il Caravaggio della discordia

Andare in basso

“Attorno a Caravaggio”.Pinacoteca di Brera. Dal 10 novembre 2016 al 5 febbraio 2017 in mostra il Caravaggio della discordia

Messaggio Da Notaio il Lun 31 Ott 2016, 00:29

Ricorderete il post aperto sul forum in merito al Caravaggio presunto scoperto a Tolosa.

http://labellezzanellarte.forumattivo.it/t526-il-mistero-del-caravaggio-scoperto-in-soffitta-a-tolosa-e-un-originale-o-e-una-copia?highlight=caravaggio



Dal 10 novembre 2016 al 5 febbraio 2017 sarà esposto in mostra il Caravaggio della discordia.
La mostra esporrà il dipinto “Giuditta e Oloferne” ritrovato in una soffitta a Tolosa, che ha diviso gli studiosi riguardo la sua attribuzione. La decisione di esporre l'opera ha generato un disaccordo tra il direttore di Brera, James Bradburne e Giovanni Agosti, membro del Comitato scientifico.


Eccovi l'articolo
MILANO -  Il dipinto “Giuditta e Oloferne” ritrovato qualche tempo fa in una soffitta a Tolosa, di proprietà dell’antiquario Eric Turquin e da alcuni studiosi attribuito a Caravaggio, con la convinta contrarietà di altri, verrà esposto dal 10 novembre alla Pinacoteca di  Brera.

L’opera sarà collocata a fianco della Cena in Emmaus di Caravaggio,




di proprietà della Pinacoteca e della copia di Giuditta e Oloferne del pittore fiammingo Finson, conservata a Napoli nelle collezioni di Banca Intesa.

La decisione di esporre il quadro proveniente da Tolosa ha però creato non pochi dissapori e contrasti, al punto da spingere lo storico dell’arte e docente universitario Giovanni Agosti, membro del Comitato scientifico di Brera, a dimettersi dopo una polemica sorta con il direttore James Bradburne.

Motivo della querelle è proprio l’incertezza dell’attribuzione. Il quadro di Tolosa infatti secondo Nicola Spinosa, ex soprintendente di Napoli e curatore della mostra, è di fatto un Caravaggio, secondo Mina Gregori, allieva di Roberto Longhi, non si tratterebbe invece di un'opera del maestro lombardo. In questa situazione di incertezza, il professor Agosti ha innanzi tutto contestato la decisione di Bradburne di esporre il dipinto e di aver preso accordi con il collezionista Turquin, senza aver prima consultato il comitato scientifico.

Secondo Agosti inoltre, l’esposizione conferirebbe autorevolezza ad un’opera potenzialmente vendibile. Per queste ragioni Agosti, nel frattempo dimissionario, ha sottolineato la necessità di riportare, sia nel testo in catalogo che in mostra, una dicitura che evidenzi l’incerta attribuzione dell'opera. Bradburne dal canto suo, cercando di destreggiarsi in questa polemica, senza prendere una posizione netta, secondo quanto riportato da alcuni quotidiani, avrebbe deciso di venire fuori da questa "impasse", scrivendo qualcosa come: “Si tratta di un confronto con finalità scientifiche e conoscitive attraverso cui si intende porre all’attenzione dei visitatori e studiosi alcuni problemi di attribuzione”,  specificando appunto che Brera non si assume alcuna responsabilità in merito alla paternità dell’opera in questione.

Insomma un pasticcio mica da ridere.

link ufficiale dell'evento

http://pinacotecabrera.org/dialogo/terzo-dialogo-attorno-a-caravaggio/

_________________
" Per sfuggire al mondo non c'è niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo" (Johann Wolfgang Goethe)
avatar
Notaio
Admin

Messaggi : 3203
Data d'iscrizione : 16.05.14

Visualizza il profilo http://labellezzanellarte.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum