Aumentano i diritti d'asta in Italia nelle due principali case d'asta mondiali; Sotheby's però lo elimina nelle aste on line.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Aumentano i diritti d'asta in Italia nelle due principali case d'asta mondiali; Sotheby's però lo elimina nelle aste on line.

Messaggio Da Notaio il Mar 10 Ott 2017, 00:25

Grandi novità in peggio naturalmente per chi compra nelle case d'asta Christie’s e Sotheby’s, soprattutto in Italia dove i diritti d'asta sono al top mondiale.
In barba alla crisi, al fatto che abbiamo un mercato dove transitano meno dell'1% delle compravendite mondiali, si aumentano i diritti d'asta arrivando alle cifre più al mondo, nel senso che comprare in asta qui in Italia è più caro che in qualsiasi altra parte del mondo.

Christie’s e Sotheby’s hanno comunicato ai propri clienti che dai prossimi giorni entreranno in vigore delle importanti modifiche nell’applicazione del buyer’s premium sui lotti aggiudicati nelle proprie vendite.
In particolare, saranno modificate le fasce di prezzo di applicazione dei diritti d’asta.  Ma se le aste “live” saranno un po’ più costose per i collezionisti, quelle solo online diventeranno ancora più vantaggiose da Sotheby’s, che ha deciso di eliminare i diritti d’asta per questa tipologia di vendite.


Partiamo da Christie’s
si cambia dall’11 settembre
A distanza di un anno dall’ultimo aggiornamento, Christie’s modifica al rialzo il suo buyer’s premium. La modifica, che sarà affettiva a partire dal prossimo 11 settembre, modifica, allargandoli, gli “scaglioni” del prezzo di aggiudicazione a cui vengono applicate le aliquote. Per quanto riguarda l’Italia, dove la percentuale include anche l’Iva, le fasce di applicazione cambiano come segue: 30.50% fino 150.000 euro di prezzo di martello (in precedenza era fino a 50.000 euro); 24.4% sulla parte di hammer price che va da 150,001 – 2,000,000 di euro (prima partiva da 50,001 e arrivava a 1,600,000 euro) e 15.25% da €2,000,001 in su, quando fino ad oggi si applicava alla parte di prezzo di martello pari o superiore a 1,600,001. Il precedente aggiornamento del Buyer’s Premium risaliva al 19 settembre 2016. Qui di seguito la tabella riassuntiva dei nuovi tassi di Christie’s, sede per sede:




Sotheby’s: niente Buyer’s premium per le aste online-only
A differenza di quelle della sua arci-rivale Christie’s, le nuove fasce del Buyer’s Premium di Sotheby’s rimarranno invariate, invece, fino al 1° novembre 2017. A partire da quella data, i collezionisti dovranno pagare un’aliquota del 25% per la parte di hammer price che arriva fino a 300.000 $; del 20% per la parte di prezzo compresa tra 300.000 e 3 milioni e 12.9% per quella da 3.000.000 in su. Quello che sarà attivo dal prossimo novembre è il terzo aggiornamento in tre anni del Buyer’s Premium da parte di Sotheby’s, la cui ultima modifica risale al 13 novembre 2016. In attesa di una tabella che riassuma come cambiano le cose, mercato per mercato, la casa d’aste ha pero annunciato pubblicamente che dal 16 settembre prossimo i collezionisti di arte contemporanea non pagheranno mai più alcun diritto d’asta sui lotti acquistati nelle  sue online-only auction. Nelle aste online-only, invece, tale modifica sarà operativa dal 20 settembre.


Davvero curioso che in un paese come l'Italia, dove Sotheby's da ridotto le aste ad appena due annue e Christie's ad appena una, si pensi di aumentare il prelievo sull'acquirente.
Visto gli scambi ridicoli dovrebbero tagliare i diritti anzichè aumentarli.
Pensate che tra i diritti di vendita e quelli di acquisto, la casa d'aste ormai incamera commissioni che superano di gran lunga il 40% del valore di aggiudicazione delle opere e con il diritto di seguito superiamo ampiamente il 45%.

_________________
" Per sfuggire al mondo non c'è niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo" (Johann Wolfgang Goethe)
avatar
Notaio
Admin

Messaggi : 2954
Data d'iscrizione : 16.05.14

Vedi il profilo dell'utente http://labellezzanellarte.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Aumentano i diritti d'asta in Italia nelle due principali case d'asta mondiali; Sotheby's però lo elimina nelle aste on line.

Messaggio Da Notaio il Mer 11 Ott 2017, 00:33

A proposito di aste online e di eliminazione dei diritti d'asta per chi compra.
Leggete questi dati estrapolati direttamente dal sito di Sotheby's.

L'eliminazione del premio dell'acquirente per le vendite on-line avrà effetto dalla vendita di arte contemporanea online dal 16 settembre 2017.

L'anno scorso Sotheby ha tenuto 16 vendite online e sta arrivando a raddoppiare il numero di quest'anno. Il formato di vendita è ora il nostro metodo migliore per acquisire nuovi clienti - nella prima metà di quest'anno, il 45% degli acquirenti nelle vendite on-line erano nuovi a Sotheby's. Inoltre, circa il 20% dei nuovi clienti acquisiti nelle vendite on-line hanno successivamente partecipato alle nostre aste dal vivo finora quest'anno. Il prezzo medio di un lotto venduto in una sola vendita online è salito a quasi 10.000 dollari, con prezzi che costantemente superano i 50.000 dollari. Finora nel 2017, i primi due articoli venduti hanno raggiunto i prezzi superiori a $ 150.000.


Non ho riscontro effettivo di questi dati pubblicati dalla casa d'aste, ma leggere di un prezzo medio che sale quasi a 10mila dollari è quanto meno da accertare.
Per far questo apro un post dedicandolo completamente alle aste on line di tutte le case d'aste.

_________________
" Per sfuggire al mondo non c'è niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo" (Johann Wolfgang Goethe)
avatar
Notaio
Admin

Messaggi : 2954
Data d'iscrizione : 16.05.14

Vedi il profilo dell'utente http://labellezzanellarte.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum