Simbolismo mistico. Il Salon de la Rose+Croix a Parigi 1892–1897. PEGGY GUGGENHEIM COLLECTION Venezia. 28/10/2017 – 7/01/2018

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Simbolismo mistico. Il Salon de la Rose+Croix a Parigi 1892–1897. PEGGY GUGGENHEIM COLLECTION Venezia. 28/10/2017 – 7/01/2018

Messaggio Da Notaio il Mar 07 Nov 2017, 00:30

Dal 28 ottobre 2017 al 7 gennaio 2018 la Collezione Peggy Guggenheim presenta Simbolismo mistico.

A Venezia arrivano dunque circa quaranta opere che furono esposte nei vari Salon tenutisi dal 1892 al 1897 (il primo si tenne presso la Galerie Durand-Ruel, la stessa che aveva avuto un importante ruolo per l’affermazione della pittura impressionista). Il nome, “Salon de la Rose+Croix”, voleva omaggiare la confraternita Rose+Croix fondata dallo stesso Péladan: si trattava di una sorta di setta esoterica che praticava rituali mistici volti al raggiungimento della verità e dell’illuminazione.
I dipinti che venivano esposti nei vari Salon erano dunque di questo tenore: sogni, visioni, chimere, immagini di femme fragile e femme fatale, strane creature mitologiche. Ai Salon arrivavano artisti da tutta Europa, e la mostra di Venezia, curata da Vivien Greene (Senior Curator dell’arte del secolo XIX e del primo XX al Solomon R. Guggenheim Museum di New York), espone le opere di alcuni di loro: Félix Vallotton, Carlos Schwabe, Charles Maurin, Jean Delville, Georges Rouault, Antoine Bourdelle, Rogelio de Egusquiza, Charles Filiger, Fernand Khnopff, Alphonse Osbert, Armand Point, Alexandre Séon, Jan Toorop. In mostra dipinti, opere su carta e sculture.


Il Salon de la Rose+Croix a Parigi 1892–1897, la prima mostra museale mai realizzata dedicata all’arte rivelatrice e significativa, sebbene spesso sottovalutata, dei Salon de la Rose+Croix. Tematiche legate al mistero e alla mitologia, spesso attinte dalla letteratura, sono centrali nell’arte dei sei Salon organizzati a Parigi tra il 1892 e il 1897. Immagini di femme fragile e fatale, creature androgine, chimere e incubi sono alla base delle opere esposte, così come linee sinuose, figure stilizzate e forme anti-naturalistiche. In mostra una quarantina di opere rilevanti, esposte nei diversi Salon, di vari artisti, alcuni noti altri meno, che inviteranno a guardare e interpretare con occhi nuovi l’eredità artistica lasciata dal Simbolismo di fine ‘800.
La Collezione Peggy Guggenheim sarà la seconda tappa di Simbolismo mistico dopo il Solomon R. Guggenheim Museum di New York, dove è stata esposta dal 30 giugno al 4 ottobre, 2017.

Nella primavera del 1892 Joséphin Péladan (1858–1918), critico e autore rosacrociano, inaugura alla Galerie Durand-Ruel di Parigi il primo Salon de la Rose+Croix come estensione della confraternita segreta Rose+Croix che egli stesso istituisce, un ordine esoterico con radici nel misticismo e nei riti arcani, considerati da Péladan i mezzi per comprendere le verità universali e raggiungere l’illuminazione. Con una cadenza annuale, i Salon portavano in scena, proprio per volere dell’eccentrico Péladan, un genere di arte mistico-simbolista, soprattutto di connotazione ermetica e spirituale. I Salon divennero ben presto una sorta di crocevia cosmopolita, in cui esponevano artisti provenienti da Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Italia, Olanda, Spagna e Svizzera. Grazie alle approfondite ricerche svolte per rintracciare i lavori esposti originariamente nei diversi Salon, in mostra saranno esposti dipinti, opere su carta, e sculture di artisti come Antoine Bourdelle, Rogelio de Egusquiza, Jean Delville, Charles Filiger, Fernand Khnopff, Charles Maurin, Alphonse Osbert, Armand Point, Georges Rouault, Carlos Schwabe, Alexandre Séon, Jan Toorop, Ville Vallgren e Félix Vallotton.


Eccovi alcune opere presenti nella mostra


























L'amico Axis ha visitato la mostra nello scorso weekend.
Vi posterò le sue foto prossimamente.

Sito ufficiale
http://www.guggenheim-venice.it/exhibitions/simbolismo-mistico/

_________________
" Per sfuggire al mondo non c'è niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo" (Johann Wolfgang Goethe)
avatar
Notaio
Admin

Messaggi : 2948
Data d'iscrizione : 16.05.14

Vedi il profilo dell'utente http://labellezzanellarte.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum