Nexo Digital;CARAVAGGIO L’anima e il sangue Solo il 19-20-21 febbraio 2018 al cinema

Andare in basso

Nexo Digital;CARAVAGGIO L’anima e il sangue Solo il 19-20-21 febbraio 2018 al cinema

Messaggio Da Notaio il Gio 15 Feb 2018, 16:30

Arriva il nuovo film documentario d'arte della nexo digital in collaborazione con Sky, come sempre per soli 3 giorni da lunedì 19 a mercoledì 21 febbraio 2018.
L'artista stavolta è il grande Caravaggio.

Eccovi l'articolo e il trailer che ci presenta il documentario.


Debutterà nelle sale italiane il 19-20-21 febbraio 2018 Caravaggio – L’Anima e il Sangue, il nuovo film d’arte dai creatori di ‘Firenze e gli Uffizi’ e ‘Raffaello, il Principe delle Arti’ prodotto da Sky e Magnitudo Film dedicato ad uno degli artisti più controversi e amati al mondo: Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio.

Un viaggio emozionante attraverso la vita, le opere e i tormenti di Caravaggio, artista geniale contraddittorio, che più di ogni altro ha raccolto in sé luci e ombre, genio e sregolatezza, generando opere sublimi. “Caravaggio – L’Anima e il Sangue” è un excursus narrativo e visivo attraverso i luoghi in cui l’artista ha vissuto e quelli che ancora oggi custodiscono alcune tra le sue opere più note: Milano, Firenze, Roma, Napoli e Malta. Il film ha ottenuto il Riconoscimento del MIBACT – Direzione Generale Cinema, il Patrocinio del Comune di Milano ed è stato realizzato in collaborazione con Palazzo Reale e con Vatican Media (già Centro Televisivo Vaticano) e con il supporto di Malta. I media partner sono radio RTL 102.5, Mymovies e ARTE.it.

La consulenza scientifica è stata affidata al prof. Claudio Strinati, storico dell’arte esperto del Caravaggio, che nel film racconta la figura dell’artista in stretta correlazione con le sue opere. Il film è ulteriormente arricchito dagli interventi della prof.ssa Mina Gregori, Presidente della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi, che fornisce alcune letture personali delle opere dell’artista e della dott.ssa Rossella Vodret, anche curatrice della mostra “Dentro Caravaggio,” a Palazzo Reale a Milano fino al 28 gennaio 2018, che illustra i risultati dei più recenti studi sulla tecnica pittorica dell’artista.

Un’approfondita ricerca documentale negli archivi che custodiscono traccia del passaggio dell’artista, ci conduce in una ricostruzione sulle tracce e i guai di Caravaggio e alla scoperta delle sue opere, di cui circa 40 trattate nel film, che, grazie all’impiego di evolute elaborazioni grafiche, di macro estremizzate e di lavorazioni di luce ed ombra, prendono quasi vita e corpo, si confondono con la realtà dando una percezione quasi tattile.

La contemporaneità dell’animo di Caravaggio viene restituita nel film da scene fotografiche e simboliche ambientate in un contesto contemporaneo ed essenziale, che mettono in scena gli stati d’animo di Caravaggio con scelte visive ed artistiche visionarie e di grande impatto emotivo: la costrizione, la ricerca della libertà, il dolore, la passione, l’attrazione per il rischio ma anche per la misericordia, fino alla richiesta di perdono e redenzione.

La voce dell’io interiore di Caravaggio, emotiva, evocativa ed al tempo stesso intima, è quella di Manuel Agnelli. Il frontman degli Afterhours e giudice di X Factor, un artista multiforme e talentuoso, rivoluzionario e originale, impulsivo e profondo. Un alter ego capace, come Caravaggio, di emozionare e sconvolgere. La voce fuori campo di Caravaggio/Manuel sulle scene fotografiche traduce così il moto continuo degli stati d’animo dell’artista, riproducendo le sfumature del suo carattere e raccontando le emozioni, spesso violente, che albergano in lui, aiutando lo spettatore ad entrare in contatto con il suo animo e la sua mente.

Il film è girato in formato Cinemascope 2:40, che determina una visione più “allungata” delle immagini, simile ad una tela, ed è una delle prime produzioni in Italia realizzate in 8K, formato che permette di percepire la singola pennellata e carpire dettagli delle opere non visibili ad occhio nudo.

http://www.nexodigital.it/caravaggio-lanima-e-il-sangue/

_________________
" Per sfuggire al mondo non c'è niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo" (Johann Wolfgang Goethe)
avatar
Notaio
Admin

Messaggi : 3052
Data d'iscrizione : 16.05.14

Vedi il profilo dell'utente http://labellezzanellarte.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nexo Digital;CARAVAGGIO L’anima e il sangue Solo il 19-20-21 febbraio 2018 al cinema

Messaggio Da Notaio il Gio 15 Feb 2018, 16:31

Prenotato per mercoledì 21 alle 20,00.
Caravaggio non si può perdere.

_________________
" Per sfuggire al mondo non c'è niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo" (Johann Wolfgang Goethe)
avatar
Notaio
Admin

Messaggi : 3052
Data d'iscrizione : 16.05.14

Vedi il profilo dell'utente http://labellezzanellarte.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nexo Digital;CARAVAGGIO L’anima e il sangue Solo il 19-20-21 febbraio 2018 al cinema

Messaggio Da Notaio Ieri alle 23:45

Vista le persone presenti in sala a vedere il film, si può tranquillamente affermare che pochi artisti attirano il pubblico come Caravaggio.

Il racconto è un mix di citazioni della sua vita, di esposizione di decine di opere esaminate nel dettaglio ad altissima definizione 8K, in alcuni casi ai raggi X per scoprire i numerosi ripensamenti, di attualizzazioni dello stato perpetuo di angoscia, di tormento e di furore che per tutta la vita hanno tormentato l'artista Michelangelo Merisi, noto Caravaggio, nato il 29 settembre 1971 a Milano e morto il 18 luglio 1610 a Napoli, senza che il suo corpo sia mai stato ritrovato.
Questo almeno dice il prof. Claudio Strinati, storico dell’arte esperto del Caravaggio, che nel film racconta la figura dell’artista in stretta correlazione con le sue opere. Una bella narrazione la sua. Ma sulla sua morte su Wikipedia, la pensano in modo diverso.

Questo è quanto riporta Wikipedia:
Da Roma gli fu inviata la notizia che papa Paolo V stava preparando una revoca della condanna a morte. Da Napoli quindi, dove abitava presso la marchesa Costanza Colonna nel palazzo Cellammare,[61] si mise in viaggio nel luglio 1610 con una feluca-traghetto che settimanalmente faceva il tragitto Napoli-Porto Ercole e ritorno, ma diretto segretamente allo scalo portuale di Palo di Ladispoli, sotto il feudo degli Orsini, in territorio papale, luogo distante circa 40 km da Roma. In quel feudo avrebbe atteso in tutta sicurezza il condono papale prima di ritornare, da uomo libero, nella città eterna.

L'ipotesi più certa racconta che l'arrivo a Palo di Ladispoli, disatteso dalla sorveglianza costiera, ne causò il fermo per accertamenti. Tuttavia la feluca, non potendo aspettare, sbarcò il Merisi e fece rotta a nord, per Porto Ercole, dove era effettivamente diretta, portandosi dietro il bagaglio dell'artista. Quelle casse contenevano anche il prezzo concordato dal Merisi col cardinal Scipione Borghese per la sua definitiva libertà: alcune sue tele, tra cui un prezioso quadro del Battista. Il bagaglio, letteralmente vitale, andava recuperato; la versione ufficiale afferma che gli Orsini gli avrebbero offerto un'imbarcazione per raggiungere Porto Ercole, e recuperare quindi il prezioso carico; l'artista vi giunse, ma non è chiaro se la precedente feluca-traghetto stesse già ritornando a Napoli coi suoi bagagli a bordo. Provato, e malato di febbre alta, probabilmente a causa di un'infezione intestinale trascurata, restò a Porto Ercole, curato inutilmente da una confraternita locale, che il 18 luglio 1610 ne certificò la morte, avvenuta nel loro sanatorio.[62] Si ipotizza che il giorno successivo l'artista fosse seppellito nella fossa comune del cimitero di San Sebastiano, ricavata sulla spiaggia e riservata agli stranieri, e che oggi è il retroporto urbanizzato di Porto Ercole, dove nel 2002 è stato collocato il monumento. In questa ricostruzione, risultata la più verosimile, non vi è certezza se il condono papale fosse stato effettivamente spedito qualche giorno dopo a Napoli, alla Marchesa Colonna.[63]

Nell'occasione delle celebrazioni per i 400 anni dalla morte, un professore dell'Università di Napoli, Vincenzo Pacelli, esperto del Merisi, a conclusione di uno studio coadiuvato da documenti dell'archivio di Stato e dell'Archivio Vaticano, sposta la morte nella laziale riva di Palo di Ladispoli. Secondo Pacelli, il Caravaggio fu assassinato da emissari dei cavalieri di Malta, con il tacito assenso della Curia Romana.

Insomma ci sono tre luoghi identificati come luogo di morte di Caravaggio, Napoli, Porto Ercole e Palo di Ladispoli.
Ecco il bello della storia dell'arte.


Interessante anche la questione sulla sua nascita. Qui invece c'è uniformità tra il fim e wikipedia.

Prima del ritrovamento dell'atto di battesimo di Michelangelo Merisi, si credeva che il pittore fosse nato nel paese bergamasco di Caravaggio, nel 1573. A seguito della scoperta archivistica nel Liber Baptizatorum della Parrocchia di Santo Stefano in Brolo, è ormai certo che Merisi nacque a Milano, probabilmente il 29 settembre (giorno di San Michele Arcangelo, da cui forse il nome Michelangelo. L'atto di battesimo è datato 30 settembre 1571.

Ne valeva la pena.

_________________
" Per sfuggire al mondo non c'è niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo" (Johann Wolfgang Goethe)
avatar
Notaio
Admin

Messaggi : 3052
Data d'iscrizione : 16.05.14

Vedi il profilo dell'utente http://labellezzanellarte.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nexo Digital;CARAVAGGIO L’anima e il sangue Solo il 19-20-21 febbraio 2018 al cinema

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum