FORUM LA BELLEZZA NELL'ARTE
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Bologna Palazzo Albergati, dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021, Monet e gli Impressionisti. Da Parigi a Bologna i capolavori del Musée Marmottan

Andare in basso

Bologna Palazzo Albergati, dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021, Monet e gli Impressionisti. Da Parigi a Bologna i capolavori del Musée Marmottan Empty Bologna Palazzo Albergati, dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021, Monet e gli Impressionisti. Da Parigi a Bologna i capolavori del Musée Marmottan

Messaggio Da Notaio il Mar 01 Set 2020, 00:01

Si è appena inaugurata una bella mostra che fino al 14  febbraio 2021 sarà possibile visitare a Bologna, a palazzo Albergati.

Eccovi l'articolo trovato in rete dove potete osservare alcune delle opere presenti in mostra.

Bologna
- Dalla casa degli Impressionisti a Palazzo Albergati: dopo cinque mesi di attesa a causa del lockdown, 57 gioielli dei pittori della luce stanno finalmente per arrivare a Bologna dal Musée Marmottan Monet di Parigi. La grande avventura del movimento ottocentesco è pronta a raccontarsi attraverso il pennello dei suoi massimi interpreti: dal 29 agosto Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas, Édouard Manet, Camille Corot, Alfred Sisley, Berthe Morisot, Paul Signac, Camille Pissarro sono i protagonisti di una mostra ideata per ripercorrere uno dei capitoli più amati della storia della pittura, restituendo visibilità a collezionisti e donatori – tra i quali figurano discendenti e amici degli artisti - che hanno fatto la fortuna del Marmottan.

Berthe Morisot, Donna con ventaglio o Il ballo, 1875, Olio su tela, 52 x 62 cm, Parigi, Musée Marmottan Monet
Bologna Palazzo Albergati, dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021, Monet e gli Impressionisti. Da Parigi a Bologna i capolavori del Musée Marmottan 10563710



Curata dalla direttrice del museo francese Marianne Mathieu, Monet e gli Impressionisti. Capolavori dal Musée Marmottan Monet, Parigi porta a Bologna in prima mondiale un percorso tra tesori raramente concessi in prestito. Alcuni di questi sono al loro primo viaggio: è il caso della Ragazza seduta con cappello bianco di Renoir, del Ponte dell'Europa. Stazione di Saint-Lazare di Monet e del Ritratto di Berthe Morisot distesa di Manet. Una scelta in controtendenza rispetto agli scenari austeri dell’arte post-Covid, come osservato dalla direttrice di Arthemisia Iole Siena, che ha collaborato con il Marmottan alla realizzazione del progetto. “Dopo cinque mesi il mondo non è più quello di prima e quello della cultura, particolarmente colpito dalla pandemia, sta vivendo una forte battuta d’arresto. In questo contesto l’apertura di una mostra come Monet e gli Impressionisti emoziona più del solito, perché significa gettare il cuore oltre l’ostacolo, superare paure e incertezze e privilegiare l’interesse del pubblico rispetto al proprio”, ha commentato Siena parlando anche a nome del Musée Marmottan.

Claude Monet, Ninfee, 1916-1919 | © Musée Marmottan Monet, Paris
Bologna Palazzo Albergati, dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021, Monet e gli Impressionisti. Da Parigi a Bologna i capolavori del Musée Marmottan 10473510


Insieme ai dipinti inediti al di fuori della Francia, a Bologna vedremo pietre miliari della pittura impressionista come il Ritratto di Madame Ducros di Degas, il Ritratto di Julie Manet di Renoir e Nymphéas di Monet, attualmente protagonista assoluto di un insolito allestimento a Genova (Cinque minuti con Monet. A tu per tu con le Ninfee, in programma fino al 23 agosto a Palazzo Ducale). Qui il distanziamento sociale diventa un’opportunità, offrendo agli spettatori un’esperienza di visita privata che valorizza la forza espressiva della grande tela del maestro di Giverny.

Le mostre di Bologna e di Genova fanno parte di un più ampio progetto di scambio tra il museo simbolo degli Impressionisti e l’Italia. Al Musée Marmottan è infatti in corso fino al 3 gennaio 2021 la mostra Cézanne e the Masters Painters: a Dream of Italy, che mette a confronto dipinti iconici dell’artista di Aix-en-Provence con i capolavori di casa nostra che lo ispirarono, da Tintoretto a El Greco, da Jusepe de Ribera a Luca Giordano. Un influsso destinato ad andare lontano, riverberandosi sui pittori moderni al di qua delle Alpi, come evidenzia l’esposizione tra opere di Umberto Boccioni, Giorgio Morandi e Carlo Carrà.


link articolo
http://www.arte.it/notizie/bologna/monet-e-gli-impressionisti-da-parigi-a-bologna-i-capolavori-del-mus%C3%A9e-marmottan-17619


due video con le opere esposte
https://www.msn.com/it-it/video/amici/monet-a-bologna-in-mostra-a-palazzo-albergati-i-capolavori-del-maestro-impressionista/vp-BB18xPG7

https://www.bolognaindiretta.it/palazzo-albergati-monet-gli-impressionisti-video/

_________________
" Per sfuggire al mondo non c'è niente di più sicuro dell'arte e niente è meglio dell'arte per tenersi in contatto con il mondo" (Johann Wolfgang Goethe)
Notaio
Notaio
Admin

Messaggi : 3747
Data d'iscrizione : 16.05.14

https://labellezzanellarte.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.